Fiat Panda Cross: parcheggia dappertutto?

La campagna FIAT per la nuova Panda Cross ci piace a metà.
Da una parte, c’è il concept legato alla versatilità del piccolo Suv pratico e compatto.

“Sta bene a Bardonecchia, a Livigno e a Sestriere. Perchè è Cortina”.

Il contrasto tra l’azzurro del cielo e la vernice sgargiante dell’automobile trasmette un senso di fresca novità.
La giusta presentazione visual nel mercato auto dominato dalle sportive di dimensioni decisamente più ingombranti.
La questione del parcheggio è pungente. Come il gelo.
E i disagi si verificano anche nelle località turistiche di montagna citate nell’headline.
Fiat punta sulle dimensioni ridotte con l’ironia chiambrettiana che accompagna il brand.

Fiat Panda Cross
Sgargiante. Fiat Panda Cross sulla neve.

Non ci piace invece l’immagine che capeggia sulla home del sito dedicato.
“Arriva ovunque” ribadisce la funzionalità di fuoristrada e le capacità tecniche legate in ambiente outdoor.
Il “parcheggia dappertutto” può essere un messaggio oggetto di fraintendimenti.
Quante località di montagna devono infatti far i conti con il parcheggio selvaggio in quota d’estate?
Ponendo massi al bordo della strada, recinzioni, divieti, controlli?
“Ma è solo una pubblicità! Chi vuoi che capisca male e poi smolli l’auto sui prati!”.
Eh no. L’impatto che le immagini hanno sulla nostra coscienza è grande.
Lo dicono i filosofi, come Umberto Galimberti, ma il monito arriva anche dal Pontificio Consiglio delle comunicazioni: molti dei valori che orientano il nostro comportamento ci arrivano dai mass media.

Fiat Panda Cross
Parcheggia dappertutto. Anche sui prati?
Condividi

1 opinione riguardo a “Fiat Panda Cross: parcheggia dappertutto?

  1. Post azzeccato. Perché meditato. Nessuno si vuole opporre alla vendita della Panda o altre auto. Nessuno si oppone alle belle foto ambientate in montagna se queste rispettano determinate e precise regole. La potenza della parola, quando non arricchisce, è devastante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accetto il trattamento dei dati secondo la Privacy Policy